Corso Annuale 2018 Post-Universitario di Micro-Endodonzia Clinica e Chirurgica

Corso Annuale 2018 Post-Universitario di Micro-Endodonzia Clinica e Chirurgica

Scheda informativa del corso pdf

Relatori: Dr. Arnaldo Castellucci, Dr. Matteo Papaleoni

Date del Corso:
26-27 GENNAIO, 16-17 FEBBRAIO, 23-24 MARZO, 13-14 APRILE, 4-5 MAGGIO, 22-23 GIUGNO, 20-21 LUGLIO, 21-22 SETTEMBRE, 19-20 OTTOBRE, 23-24 NOVEMBRE, 14-15 DICEMBRE.

Sede Via Degli Artisti, 6r Firenze

Programma del corso:

1° Incontro 26-27 GENNAIO
Cenni di istogenesi ed istologia del dente e dei tessuti di sostegno.
Principi biologici alla base della terapia endodontica.
Le malattie della polpa: diagnosi e trattamento d’emergenza. La pulpotomia.
La sindrome del “dente incrinato”.
Gli esami radiografici in Endodonzia: l’uso del cono lungo e dei centratori.
Le radiografie preoperatorie, le radiografie intraoperatorie.
La regola dell’oggetto vestibolare.
La protezione del paziente.
Principali cause di errori di tecnica radiologica.
Esercitazioni pratiche di radiologia dentale alla poltrona.

2° Incontro 16-17 FEBBRAIO
L’uso degli anestetici in Endodonzia.
La diga: strumentario e tecniche di posizionamento.
Le cavità d’accesso.
Il pretrattamento.
Discussione delle cavità d’accesso già preparate dai partecipanti.
Esercitazioni pratiche di apertura di cavità d’accesso.

3° Incontro 23-24 MARZO
L’anatomia del sistema dei canali radicolari.
La detersione e sagomatura tridimensionale del sistema dei canali radicolari.
Utilizzo del sistema EndoVac per la detersione canalare: la prevenzione dell’incidente da estrusione di ipoclorito.
Uso dei nuovi strumenti ruotanti in nichel titanio: un nuovo metodo di sagomatura senza più l’utilizzo degli strumenti manuali in acciaio.
La creazione del Glide Path meccanico con i nuovi strumenti rotanti in nichel titanio PathFile.
La sagomatura con i nuovi strumenti a rotazione continua ProTaper Next: la lega NiTi M-Wire, l’effetto swaggering, la sezione trasversale eccentrica. Caratteristiche, benefici ed uso corretto.
La determinazione della lunghezza di lavoro: Apice Radiografico? Apice Endodontico? Termine Radiografico del Canale?
I localizzatori elettronici apicali di ultima generazione.
Dimostrazioni pratiche mediante video.
Esercitazioni pratiche di detersione e sagomatura su modellini di plastica e su denti naturali.

4° Incontro 13-14 APRILE
Motivazioni biologiche dell’otturazione canalare.
Panoramica delle varie tecniche di otturazione.
L’otturazione tridimensionale del sistema dei canali radicolari secondo la tecnica di Herbert Schilder.
La tecnica dell’Onda Continua di Condensazione di Stephen Buchanan con l’utilizzo del
System B.
Uso dei coni di guttaperca delle varie conicità.
L’uso della guttaperca termoplastica: indicazioni e controindicazioni.
Ergonomia endodontica: la sterilizzazione degli strumenti, la preparazione dei vassoi, il passaggio degli strumenti.
Dimostrazioni pratiche mediante video.
Esercitazioni pratiche su modellini di plastica e su denti naturali estratti di preparazione ed otturazione canalare.

5° Incontro 4-5 MAGGIO
Il trattamento dei denti ad apice immaturo: l’apecificazione e l’apicegenesi.
Rapporti endo-parodontali: classificazione e diagnosi differenziale.
Influenza della malattia e della terapia parodontale sul tessuto pulpare.
Influenza della malattia e della terapia endodontica sui tessuti parodontali.
La frattura verticale di radice: diagnosi e terapia.
Le perforazioni radicolari: diagnosi e terapia.
Il rimodellamento anatomico dei pluriradicolati: l’amputazione radicolare, l’emisezione, la premolarizzazione.
Esercitazioni pratiche su denti naturali estratti di preparazione ed otturazione canalare.
Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti.

6° Incontro 22-23 GIUGNO
I riassorbimenti radicolari: classificazione, diagnosi e terapia.
I ritrattamenti: perché, quando e come eseguire il ritrattamento endodontico.
Cause di insuccesso in Endodonzia Clinica.
Il piano di trattamento endodontico in funzione protesico-ricostruttiva.
La rimozione degli ostacoli coronali: come rimuovere ponti e corone senza danneggiare i bordi protesici. Utilizzo del Sistema Metalift La rimozione degli ostacoli radicolari: come rimuovere viti e perni fusi in maniera rapida, sicura e prevedibile. Utilizzo del Post  Removal System.
La rimozione dei perni in fibra mediante l’utilizzo delle apposite punte da ultrasuoni.
La rimozione dei precedenti materiali da otturazione canalare (paste, cementi, guttaperca, coni d’argento).
La rimozione degli strumenti fratturati con punte da ultrasuoni, I.R.S., Kit di Cancellieri.
La riparazione delle perforazioni mediante l’utilizzo dell’MTA.
Il superamento dei gradini e delle false strade.
Il reperimento dei canali dimenticati.
L’uso del microscopio operatorio in Endodonzia Clinica.
Proiezione di video mostranti l’utilizzo del microscopio operatorio nei casi routinari e nei ritrattamenti.
Lo sbiancamento dei denti trattati endodonticamente.
Esercitazioni pratiche su denti naturali estratti di preparazione ed otturazione canalare.
Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti.

7° Incontro (Facoltativo) 20-21 LUGLIO
Esercitazioni pratiche di ritrattamenti al microscopio:
• Rimozione di una corona in oro-resina.
• Rimozione di una corona in metallo-ceramica.
• Rimozione di un perno fuso, di una vite endocanalare, di un perno in fibra di carbonio.
• Rimozione di pozzetti canalari in amalgama.
• Rimozione di vecchi materiali da otturazione canalare: guttaperca, cemento, coni d’argento.
• Rimozione di strumenti fratturati.
• Riparazione di perforazioni del pavimento di pluriradicolati e del terzo coronale/medio di monoradicolati. Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti.

8° Incontro 21-22 SETTEMBRE
L’otturazione canalare secondo il sistema Thermafil.
Indicazioni e vantaggi.
Il ritrattamento dei casi trattati con Thermafil.
I nuovi Thermafil senza “carrier”: i “guttacore”: vantaggi e limiti
Esercitazioni pratiche su denti naturali estratti di preparazione ed otturazione canalare con tecnica Thermafil.
Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti.

9° Incontro 19-20 OTTOBRE
Micro-Endodonzia Chirurgica.
L’uso del microscopio operatorio.
Indicazioni false e indicazioni vere.
L’anestesia.
Il disegno del lembo.
Il sollevamento del lembo.
Il controllo del sanguinamento.
La breccia ossea.
Il reperimento dell’apice.
Il bisello della radice.
La preparazione della cavità retrograda mediante le punte da ultrasuoni. Vantaggi dell’uso degli ultrasuoni – svantaggi delle tecniche tradizionali.
L’otturazione retrograda: nuovi materiali per il sigillo retrogrado.
La sutura.
La terapia postoperatoria.
La rimozione della sutura.
Strumentario e tecnica.
Cenni di ergonomia: le posizioni di lavoro.
Esercitazioni pratiche su denti naturali estratti di preparazione ed otturazione canalare.
Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti

10° Incontro 23-24 NOVEMBRE
Cause di insuccesso dopo terapia chirurgica: i più comuni errori commessi in corso di apicectomia.
I ritrattamenti chirurgici degli insuccessi chirurgici.
I ritrattamenti ortogradi degli insuccessi chirurgici.
Esercitazioni pratiche di Endodonzia Chirurgica su manichino.
Dimostrazioni pratiche mediante proiezione di video illustranti interventi eseguiti nei vari
settori della bocca.
Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti.
L’esercitazione pratica sarà eseguita su di un manichino chirurgico provvisto di denti di plastica. Questa bocca di manichino è stata specificatamente disegnata per le esercitazioni di endodonzia chirurgica, con gengiva di plastica, denti di plastica con all’apice una lesione di “gomma” e un canale all’interno. Il partecipante potrà eseguire al microscopio operatorio e sotto la guida del Relatore, l’intero intervento chirurgico, dall’incisione alla sutura

11° Incontro 14-15 DICEMBRE
La ricostruzione dei denti trattati endodonticamente: differenze rispetto ai denti a polpa vitale. Uso ed abuso di viti e perni canalari. Ritenzione o Rinforzo?
Esercitazioni pratiche su denti naturali estratti di preparazione ed otturazione canalare.
Discussione di casistica personale dei singoli partecipanti.

Scheda informativa del corso pdf